EXHIBITIONS

HANNES ZEBEDIN - Gekappte Geschichten oder Müder Mensch Europa*

*Storie Spezzate o lo stanco Uomo d’Europa

06.05.2017

Carico Massimo presenta, per la prima volta in Italia, l’artista austriaco Hannes Zebedin, con un nuovo progetto che sarà presentato negli spazi dei Magazzini Generali di Livorno, sede dell’Associazione Carico Massimo.

Gekappte Geschichten oder Müder Mensch Europa è il titolo della mostra, ovvero Storie Spezzate o lo stanco Uomo d’Europa: un progetto di ricerca che inizia da uno striscione sventolato da un gruppo di ultras di Livorno Calcio, le BAL, durante una partita contro la squadra del Trieste.

Era il 2002 e si legge: “A noi Tito ce lo ha insegnato la Foiba non e’ reato”. Lo slog viene messo sotto inchiesta creando un'indignazione generale.

Il riferimento a questo episodio storico delicato viene studiato dall’artista, sollevando la questione delle grandi narrazioni Occidentali che impongono una storia ufficiale a discapito della complessità dei fatti. “Storie interrotte” o errori dello “stanco Uomo d’Europa”, come quella del fiume Timavo che sfocia in un piccolo villaggio nel Carso Triestino, definito dagli italiani il fiume più corto del bel Paese. In realtà il Timavo è un fiume molto lungo che inizia il suo corso in Slovenia, la percorre, in modo sotterraneo, fino ad emergere in superficie nel territorio carsico italiano. Il Timavo è quindi la continuazione di un fiume chiamato Reka.

Partendo da questi due fatti, quello storico delle foibe e quello geografico del Carso, la mostra intreccia conflitti politici con la specificità del paesaggio, ripensando la struttura politica del passato, presente e futuro, anche come modello di sviluppo europeo.